Ultima modifica: 2 luglio 2019

Progetto eTwinning «Au Carrefour de l’Europe»- Scuola secondaria di primo grado


Progetto eTwinning
«Au Carrefour de l’Europe»
Scuola secondaria di primo grado

Ins. Giovanna Niedda

1- Rendez-vous avec l’art, Link  https://twinspace.etwinning.net/77730/home

2- Au carrefour de l’Europe, link https://twinspace.etwinning.net/81489

Breve descrizione

Il progetto eTwinning «Au Carrefour de l’Europe» è un progetto di cooperazione tra l’East High School Tolemaide (Grecia) e l’Istituto Comprensivo N. 1 Piazza Grazia Deledda, Ozieri Sardaigna (Italia). Un totale di 60 studenti di età compresa 13-15 anni e insegnanti coordinatori prof.ssa Athena Varsamidou, insegnante di lingua francese in Grecia e la prof.ssa Giovanna Niedda docente di lingua francese in Italia (Sardegna). La lingua di comunicazione e di lavoro del progetto è il francese. Gli alunni di entrambe le scuole imparano il francese nella loro scuola e il progetto ha fornito una motivazione aggiuntiva per l’apprendimento linguistico esperienziale. Come obiettivo di base, sin dall’inizio del progetto, la comunicazione in francese tra gli alunni è stata impostata su tematiche che uniscono i popoli della Grecia e della Sardegna. Quindi, attività che corrispondevano al curriculum in lingua francese relative alle abitudini alimentari, allo sport, alla cultura dei due popoli in u

Link ai risultati del progetto

Account del visitatore athina.giovanna athinagiovanna1 Link verso il twinspace : https://twinspace.etwinning.net/81489/pages/page/642899

Altri documenti

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Innovazione pedagogica e creatività

Il progetto in questione, per la sua tematica, ha motivato gli studenti che hanno partecipato con notevole entusiasmo. La collaborazione tra le due scuole è stata implementata con successo negli ultimi 3 anni. Gli studenti sardi e greci studiano entrambi la lingua francese, e questo punto è stato alla base del nostro sforzo condiviso. Secondo il calendario del progetto pubblicato all’inizio di ottobre, gli studenti sono stati divisi in gruppi misti transnazionali al fine di raggiungere gli obiettivi di ciascun sottogruppo: quattro(4) gruppi transnazionali e ciascun gruppo ha effettuato uno prodotto finale. La stesura del poema era svolta in cooperazione attraverso gli strumenti di google. La comunicazione degli alunni era basata sul forum. Il poema collaborativo per la primavera è scritto in quattro lingue: greco, italiano, sardo e francese e questa è stata un’attività molto piacevole e creativa per gli studenti. È stato un corso comune molto interessante, che ha portato risultati positivi a tutti, perché abbiamo capito la base comune delle lingue europee e le molte somiglianze tra di loro. Il lavoro per la realizzazione del poema è stato collettivo. Inizialmente, gli studenti delle scuole greche suddivisi in gruppi hanno identificato le parole che erano parte di esso e testi e scritto in greco. Poi divisi in diversi gruppi misti (gli studenti italiani e greci insieme) hanno tentato di tradurre le parole selezionate in francese attraverso il movimento, la musica, narrazione e danza. Alla fine hanno scritto la poesia in quattro lingue, e questo ha dato loro l’opportunità di imparare la dimensione linguistica di ogni civiltà. Si è fatto ricorso al metodo euristico per la conquista di nuove conoscenze e di apprendimento. Gli studenti hanno goduto di un processo che non è l’insegnamento lineare stereotipato che incontrano ogni giorno e al quale si sono abituati, ma hanno aderito a un’azione esperienziale giungendo alla conoscenza intrecciata e collaborativa.

Integrazione nel curriculum scolastico

Il programma eTwinning è stato integrato nel curriculum della lingua francese. Secondo il calendario, due (2) ore di insegnamento a settimana per classe. Pertanto, è stato concordato con gli studenti di utilizzare le ore all’interno di un programma di collaborazione a casa, su base volontaria . Lo sviluppo di competenze specifiche nella conquista della lingua straniera secondo le Cadre Européen des Langues (produzione e comprensione della lettura, produzione e comprensione orale) incoraggiata attraverso progetto eTwinning: Comunicare attraverso il forum, scambiare carte e messaggi con Post Office, completare il profilo in francese ha contribuito allo sviluppo delle capacità di scrittura, chat o videoconferenza per migliorare la produzione e la comprensione del parlato. La scrittura del poema ha spinto gli studenti a cercare le parole nelle loro lingue madri e in quelle straniere insegnate (greco-italiano-francese) Questo è stato un esercizio esperienziale che ha migliorato il livello linguistico, cognitivo e culturale degli studenti ed era indissolubilmente legato all’insegnamento della lezione. Il metodo di insegnamento non era più l’unico strumento di apprendimento linguistico, ma era arricchito da diverse attività alternative e originali che motivavano l’apprendimento attivo e la partecipazione agli studenti.

Comunicazione e scambio fra le scuole partner

Vale la pena notare che le due insegnanti del progetto, Varsamidou Athena e Giovanna Niedda, collaborano a un progetto eTwinning per il terzo anno consecutivo e questo evento caratterizza anche la cooperazione di quest’anno. Il segreto dei progetti eTwinning di successo è lavorare con partner fidati e godere di un processo creativo. È una storia di successo molto semplice di un programma eTwinning (che non prevede incontri dal vivo) ma predilige la comunicazione, prima di tutto, tra gli insegnanti che la coordinano e quindi tra gli alunni coinvolti. La disponibilità di comunicazione dipende in larga misura dalla formazione individuale di ciascun insegnante, nonché dalla sua disponibilità per un maggiore coinvolgimento nel progetto. Nel caso di questo progetto, sono state sviluppate amicizie sia tra gli insegnanti coinvolti, sia – e questo è il più importante – tra gli alunni. La videoconferenza tramite Adobe Connect su eTwinning Live è stata organizzata quasi da subito e durante la quale gli studenti si sono presentati in francese e hanno parlato dei loro interessi, delle loro città, delle loro scuole e del loro paese. Naturalmente, la comunicazione e la lingua di lavoro erano il francese e l’obiettivo principale della comunicazione era di usarlo il più possibile, fornendo un quadro di apprendimento autentico. In generale, la comunicazione era elettronica sul forum twinspace, ma anche per posta, poiché si scambiavano il prodotto finale, oltre all’invio di carte, regali, materiale supplementare (ogni evento è presentato nelle pagine corrispondenti). Abbiamo anche scambiato carte e regali attraverso l’ufficio postale.

Collaborazione fra scuole partner

A parte la comunicazione, la divisione del lavoro per unità scolastiche era chiara, secondo il calendario originale: gli studenti erano divisi in quattro (4) gruppi transnazionali misti e ogni squadra ha intrapreso il raggiungimento di un obiettivo comune (come descritto sopra e mostrato nel twinspace / Moduli / Attività, I prodotti finali di ciascun gruppo sono stati presentati nella discussione corrispondente nel forum e quindi nelle pagine twinspace. Il poema collaborativo per la primavera, che era il prodotto finale del progetto, proveniva dalla collaborazione degli studenti all’interno delle loro squadre sotto il coordinamento degli insegnanti. Il desiderio degli studenti era di creare qualcosa di comune nella primavera nel periodo più bello dell’anno e nello stesso tempo in cui celebriamo la francofonia in tutto il mondo (ci sono post correlati nel forum). Quindi, dopo aver completato il thread nel forum e aver cercato materiale e immagini, hanno scritto i testi del poema. L’attività che vogliamo sviluppare l’anno prossimo è quella di rendere la narrazione della performance digitale del poema in 4 lingue. Pertanto, il profitto era a doppio senso: gli alunni greci e italiani hanno dovuto ampliare le loro conoscenze in francese e arricchire il loro vocabolario e allo stesso tempo estendere le loro conoscenze storiche, sociali e culturali. Non c’è stato il minimo problema con la condivisione del lavoro su entrambe le parti. In generale, la cooperazione è stata anzi esemplare, senza alcuna deviazione dalla divisione iniziale del lavoro. Per noi è stato un viaggio nel magico mondo di eTwinning che ci siamo divertiti dall’inizio fino alla fine!

Uso della tecnologia

Le nuove tecnologie sono state utilizzate fattivamente, poiché si tratta di un programma online tra unità didattiche, insegnanti e alunni. L’uso, l’integrazione e l’ utilizzo di nuove tecnologie è una condizione sine qua non per questo programma: vari strumenti e programmi (come calameo, issuu, padlet, slide share, poster my wall, image chef, ect), twinspace, e-mail tramite Twinmail. In generale, l’integrazione di nuove tecnologie attrae l’interesse degli studenti e rende il processo cognitivo più piacevole e divertente. Un programma innovativo combinato con l’uso di nuovi strumenti tecnologici può davvero essere un fattore scatenante per mobilitare e coinvolgere tutti gli studenti, data l’adesione della nuova generazione alla tecnologia e all’elaborazione. L’atteggiamento positivo degli insegnanti nei confronti delle nuove tecnologie, così come le conoscenze di base sull’uso del computer, dovrebbero essere considerati come dati nello sviluppo di tale programma. Gli strumenti utilizzati sono presentati in dettaglio nella pagina corrispondente del progetto.

Risultati, impatti e documentazione

Il tema del programma e il prodotto finale: scrivere una poesia sulla primavera in 4 lingue è stato molto attraente e piacevole per gli studenti che hanno goduto di una partnership unica e creativa eTwinning. Anche gli alunni delle due scuole che hanno partecipato al programma sono stati preparati per gli esami di lingua francese istituzionalizzati ufficiali (delf). La partecipazione a eTwinning, progetto che include competenze linguistiche e un atteggiamento positivo per la partecipazione a tali test, agevola tantissimo la preparazione dei ragazzi. Nel nostro contesto scolastico, il tentativo sistematico di collegare l’insegnamento francese con una partecipazione di successo all’esame delf con programmi eTwinning è stato tentato negli ultimi tre (3) anni e crediamo che questo sia il risultato più importante del progetto: gli studenti hanno fiducia nelle loro forze e la scuola partecipa con entusiasmo a progetti eTwinning e allo stesso tempo riesce a ottenere una certificazione in francese. Per questo motivo, organizziamo annualmente una cerimonia di consegna, un marchio di qualità e una celebrazione francofona per diffondere i risultati dei progetti eTwinning alla comunità locale (a genitori, dirigenti, enti locali e istituzionali, alunni e insegnanti nelle scuole elementari e secondarie vicine) . Credo che i benefici derivino dall’attuazione e dall’adozione di azioni innovative nelle scuole e la gestione di ogni scuola deve dare uno sguardo positivo a tutte le azioni che vengono attuate. Questo è qualcosa che si riflette nel contatto con studenti, genitori, attori istituzionali locali.

Altri premi (se applicabile)

No, non abbiamo ricevuto altri premi.

DETTAGLI DEL PROGETTO

Breve descrizione

Il progetto eTwinning «Rendez-vous avec l’art » è un progetto di cooperazione tra diverse scuole “medie”: Itea-Grecia, Nerja- Spagna, Liteni-Romania, Σχηματάρι, Grecia, DRAGUIGNAN, Francia, Gambettola (FC), Italia, Porto de Mós, Portogallo e l’Istituto Comprensivo Piazza Grazia Deledda, Ozieri Sardegna (Italia). Un totale di 100 studenti di età compresa 13-15 anni e insegnanti coordinatori prof.sse: ANNA KARAMOURTOU(Grecia), Aránzazu Núñez Lozano (Spagna),Briana Belciug(Romania),HELEN PAPPA(Grecia), Joëlle BARET(Francia), Monica Rocchi(Italia),Natércia Arqueiro(Portogallo) tutte insegnanti di lingua francese e la scrivente prof.ssa Giovanna Niedda docente di lingua francese in Italia (Sardegna). La lingua di comunicazione e di lavoro del progetto è il francese. Gli alunni delle scuole elencate imparano il francese e il progetto ha fornito una motivazione aggiuntiva per l’apprendimento linguistico esperienziale attraverso tematiche legate all’arte.

Link ai risultati del progetto

https://twinspace.etwinning.net/77730/home

Altri documenti

DESCRIZIONE DEL PROGETTO

Innovazione pedagogica e creatività

Il progetto in questione, per la sua tematica, ha motivato gli studenti che hanno partecipato con notevole entusiasmo. La collaborazione tra le scuole è stata implementata con successo. Gli studenti delle diverse nazioni coinvolti in questo progetto studiano la lingua francese, e questo punto è stato alla base del nostro sforzo condiviso. Secondo il calendario del progetto gli studenti sono stati divisi in gruppi misti transnazionali al fine di raggiungere gli obiettivi di ciascun sottogruppo. Il primo modulo ha costituito la presentazione ed è servito anche come rompighiaccio, impiegando le funzioni conosciute dagli studenti. Il secondo impegno è stato,a ridosso del Natale, la ricerca di opere d’arte con la tematica della Natività, dopo un’accurata ricerca, gli studenti delle diverse nazioni hanno creato delle carte di identità delle opere scelte e si sono sfidati in un gioco teso a indovinare l’opera seguendo gli indizi forniti loro dalla squadra avversaria. Questa attività molto coinvolgente è servita per conoscere vari artisti europei e le loro opere in maniera ludica e creativa. Naturalmente la documentazione delle diverse fasi è stata condivisa sul portale, mediante foto e/video. Inoltre, sempre in occasione del Natale ci si è scambiati, per posta, dei biglietti di auguri, creati dagli studenti. Man mano che si procedeva con le attività programmate, si compilavano i feedback di ogni classe delle diverse nazioni. La seconda attività è stata quella dedicata all’amore, creta in occasione di S. Valentino, anch’essa molto motivante per gli alunni. Consisteva nella ricerca e scelta di canzoni-video sull’amore con l’obiettivo di condurre alla riflessione sull’importanza di questo nobile sentimento e sulla conoscenza della musica europea ascoltata dei giovani. Il gioco successivo mirava alla comprensione dei testi in lingua francese verificata attraverso i testi con delle parole mancanti. Altri lavori proposti sono stati: poesie, brevi filmati, cartoline…

Integrazione nel curriculum scolastico

L‘insegnamento del francese, come seconda lingua comunitaria, prevede due ore alla settimana di lezione e il progetto eTwinning è stato incluso nel programma. Fin dall’inizio si è concordato con gli studenti di svolgere parte delle ore nel laboratorio informatico e multimediale, mentre alcune fasi di ricerca venivano assegnate come lavoro a casa. Le attività del progetto hanno contribuito allo sviluppo di competenze specifiche nella lingua straniera secondo le Cadre Européen des Langues (produzione e comprensione della lettura, produzione e comprensione orale). La comunicazione attraverso il forum, lo scambio e la scheda di messaggi con Mail ha rafforzato e migliorato le capacità di scrittura, la conversazione in chat o videoconferenza ha potenziato la capacità e la comprensione orale. La creazione di giochi (trova il dipinto corrispondente a partire dalle indicazioni), lo scambio delle presentazioni, dei biglietti di auguri, ecc., ha spinto gli studenti ad approfondire la conoscenza di nuove parole nella lingua madre e l’apprendimento di nuovi termini in francese. Questo è stato un esercizio esperienziale che ha migliorato il livello linguistico, cognitivo e culturale degli studenti e indissolubilmente legato all’insegnamento del corso. L’apprendimento della lingua straniera è stato arricchito da diverse attività alternative e originali che hanno incentivato l’ apprendimento attivo e la partecipazione degli studenti.

Comunicazione e scambio fra le scuole partner

L’interazione tra gli studenti partecipanti è stata alla base del progetto. Data la natura del progetto, il processo di comunicazione è stato costante e progressivamente migliorato nel corso dei mesi. Questo è stato reso possibile da un approccio attraverso attività curricolari, fornendo loro una vera funzione comunicativa che trascendeva le pareti della classe per consentire agli studenti la fattiva collaborazione tra i partner spagnoli, italiani e greci, francesi… All’inizio, l’uso dei forum TwinSpace e le attività per rompere il ghiaccio (briser la glace) hanno permesso un primo approccio tra gli studenti. Lo scambio di lettere, opportunamente documentate dagli insegnanti con i video che sono stati inseriti in TwinSpace, si è dimostrato motivante poter vedere le loro produzioni scritte e i disegni arrivati nelle mani dei partner, che hanno aperto, letto e discusso. Altre attività, per natale, S. Valentino, la primavera, hanno consentito agli studenti di ogni paese di lavorare in piccoli gruppi, di votare le loro proposte . E, non appena la capacità comunicativa è cresciuta, si sono lanciati in attività più complesse, come la parete di collaborazione atta a pubblicizzare cantanti e canzoni amate, il contributo nei padlet collaborativi per fornire le loro preferenze e opinioni. A seguire i lavori sugli origami per celebrare la primavera, gli studenti dovevano creare degli origami che rappresentassero la primavera: fiori, uccelli, cigni, ecc., seguendo le istruzioni dei video in lingua francese ed infine scrivere le indicazioni di procedura da inviare sulla piattaforma. Infine, la parete per la valutazione del progetto riflette i progressi nelle competenze degli studenti che sono stati in grado di fare la propria valutazione in francese con una competenza digitale acquisita nel corso del progetto.

Collaborazione fra scuole partner

Il fatto di progettare le attività fin dall’inizio pensando a un uso efficace del francese per i principianti, ha notevolmente facilitato il processo di collaborazione. Si trattava di studenti che avevano ancora una conoscenza elementare della lingua straniera e che potevano dimostrare il loro apprendimento sin dall’inizio attraverso la collaborazione. Tuttavia, la loro limitata conoscenza della lingua ha impedito loro di svolgere nella lingua straniera veicolare quello che avrebbero facilmente fatto nelle loro rispettive lingue madri, quindi le attività proposte sono state progettate per evitare frustrazione e abbandono, adattandosi ai diversi ritmi di apprendimento. La collaborazione è stata quindi articolata attorno a diversi compiti chiave per lo sviluppo del progetto che ne hanno segnato le diverse fasi. La propria presentazione li ha aiutati a scrivere nelle prime settimane del progetto, per interagire con i colleghi di altri paesi. I muri di collaborazione che sono stati utilizzati nelle diverse fasi del progetto hanno dimostrato di essere strumenti molto efficaci, per la loro semplicità e versatilità, poiché facilitano le interazioni tra studenti. Lo scambio di lettere e cartoline, sebbene molto tradizionali, hanno motivato enormemente tutti loro. E, infine, collaborare alla realizzazione di video, utilizzando immagini e materiali forniti dai partner, ha permesso di documentare i progressi degli studenti, incoraggiando la partecipazione e cercando sempre una qualità superiore nei contributi di ciascuno.

Uso della tecnologia

Le “Rendez-vous avec l’art” non è stato un progetto di grande complessità tecnologica, ma dato che per gli alunni si trattava del primo progetto eTwinning è stato necessario dedicare del tempo al loro addestramento per ottenere le necessarie competenze digitali utili allo scopo, affinché la collaborazione non fosse impedita a causa del cattivo accesso agli strumenti tecnologici fondamentali. Pertanto, mentre gli studenti acquisivano la capacità di comunicare in francese, diventava sempre più necessaria la formazione tecnologica per mettere in atto i loro nuovi apprendimenti. Così, abbiamo creato l’accesso al TwinSpace per tutti gli studenti che hanno inserito i loro nome utente e password e gli studenti sono stati allenati all’uso corretto del TS. D’altra parte, per la collaborazione all’interno delle classi nazionali, sono stati creati spazi di lavoro su Google Drive, per permettere loro di lavorare on-line e svolgere compiti e presentazioni, così come la posta elettronica per comunicazioni interne (allievi provenienti dai diversi paesi partner non hanno avuto alcun contatto tra loro al di fuori dei TS o lettere scambiate per posta). L’utilizzo di padlet non ha richiesto un addestramento speciale, dal momento che è uno strumento molto intuitivo che permette entrambi i testi di scrittura, come inserire immagini, video o link web. Infine, l’edizione dei video con cui sono state documentate le diverse fasi del progetto è stata realizzata dagli insegnanti.

Risultati, impatti e documentazione

Lavorare per i progetti non è un vantaggio, ma una necessità. Questi progetti sono molto arricchenti quando vengono realizzati in collaborazione con partner di altri paesi europei, utilizzando i media digitali, lavorando in collaborazione e scoprendo nuovi aspetti delle culture e della civiltà dei paesi associati. Per gli insegnanti di lingue, questa esigenza consente di affrontare le diverse competenze degli studenti, non solo comunicative, ma di natura molto diversa. Inoltre, eTwinning consente di collegare bambini e adolescenti che usano le lingue apprese in modo pratico e immediato. In questo modo prendiamo lezioni dall’ambiente scolastico, dove è inevitabile che rimangano su un piano puramente teorico. Oltre ai benefici per gli studenti, dal punto di vista dell’insegnante è più che soddisfacente vedere come lo sforzo investito nel lancio di un progetto si traduca in un apprendimento più efficace e in un reale aumento della competenza comunicativa di uno studente, del miglioramento generale delle competenze digitali, culturali, imprenditoriali e della loro capacità di imparare ad apprendere in modo sempre più autonomo. Il TS è servito come portfolio di corsi per gli studenti, che hanno avuto un facile accesso ai materiali come prova del loro progresso. Infine, la diffusione attraverso il sito web dell’Istituto comprensivo 1 di Ozieri (http:// http://www.ic1ozieri.gov.it) ha permesso a tutta la comunità educativa del nostro centro di essere consapevole delle attività svolte. Ci sono già diversi colleghi dell’istituto che hanno iniziato a prendere informazioni su come realizzare progetti eTwinning. Senza dubbio, la partecipazione di studenti e insegnanti a progetti europei nell’ambito dell’azione Erasmus + è un elemento aggiunto alla qualità educativa di una scuola.

Altri premi (se applicabile)

No, questo progetto non ha avuto altri premi.

Seminario eTwinning

Progetto Internazionale E-TWINNING

Progetto E-Twinning

PROGETTO E TWINNING CON LA GRECIA